dodici magazine

dodici magazine

Facilitare l’esperienza della navigazione anche per i meno esperti, attraverso soluzioni innovative che facilitano le manovre di bordo: è l’obiettivo di EasySea, giovanissima start-up fondata da Francesco Fascelli e Giuseppe Scotto, che, spinti dall’amore per il mare, stanno portando nel diportismo, in particolare velico, un forte spirito di originalità e funzionalità.

Dall’incontro tra i due giovani nasce un’azienda di progettazione incentrata sulla volontà di rendere concrete e realizzabili idee del tutto nuove. In particolar modo l’attenzione è orientata su accessori per la nautica da diporto, sia per barche a vela che per barche a motore, abbigliamento tecnico, arredi e accessori per la cabina. Francesco Fascelli, 27 anni, laureato in Design e Comunicazione con il massimo dei voti, è un progettista che integra il suo talento con la grande passione coltivata sin da bambino per il mare e per la vela. Giuseppe Scotto, 21 anni, master in Economia, ha acquisito giovanissimo competenze nell’azienda di famiglia, attiva nel settore nautico da molti anni.

foto soci

La prima soluzione messa a punto da EasySea è una maniglia richiudibile per winch, che consente al velista di regolare le vele senza dover essere staccata dall’argano in fase di virata o strambata. “I velisti – spiegano Francesco e Giuseppe – sanno che le condizioni di precario equilibrio e la voglia di velocizzare le manovra portano a non prestare molta attenzione alla maniglia, che rischia di cadere a terra, rovinando la superficie della barca o, come nella maggior parte dei casi, finire in mare. Per questo motivo abbiamo realizzato questa soluzione, che è solo la prima di una serie di oggetti innovativi che stiamo realizzando per facilitare la navigazione per esperti o semplici appassionati”.

Alla minuziosa progettazione e pianificazione segue l a produzione dei prodotti affidata a terzi, a livello internazionale, fatta eccezione per le ultime fasi produttive rigorosamente portate a termine in Italia in modo da ultimare, personalizzare e controllare i prodotti, facendo in modo che rispecchino le esigenze inizialmente prefigurate. Il prodotto, dunque, viene seguito diligentemente dall’inizio alla fine proprio per garantire il delinearsi e concretizzarsi dell’idea di partenza, che viene così costantemente sottoposta a veri che. La naturale propensione dei due giovani soci verso il settore della nautica si è consolidata attraverso la partecipazione a molti eventi di settore e regate, che hanno fatto comprendere bene le difficoltà a bordo, rendendoli protagonisti in prima persona.

Da queste esperienze nasce l’esigenza di ricercare modalità di risoluzione alle diverse difficoltà, comuni e frequenti a tutti coloro che fanno utilizzo di imbarcazioni, sia a motore che a vela. “Vogliamo rendere la navigazione e le esperienze in barca più agevoli anche per i meno esperti – aggiungono i due soci -. Dunque molta inventiva e senso pratico, passione per il mare ed una grande abilità nel progettare hanno condotto alla realizzazione di molti oggetti che facilitano la vita di bordo”.

L’azienda è locale ma nasce con una vocazione internazionale perché presenta e vende i suoi prodotti online. Inoltre, attraverso una rete di rappresentanti, gli articoli EasySea saranno proposti nei principali negozi di accessori nautici”. “Il nostro sogno – concludono Francesco e Giuseppe – è quello di far prendere vita a tutti i nostri progetti, tra i quali ci sono anche barche a vela, barche a motore e gommoni. Inoltre, vorremo organizzare campagne di pulizia dei mari, raccogliendo la plastica gettata in mare, trasformandola in filamenti per stampanti 3d, in modo che con la pulizia del mare riusciremo a prototipare i nostri progetti”.

> di Maria Pia De Angelis 

dodici magazine easysea

All comments

Leave a Reply